Dorelan Hotel intervista l’Arch. Marcello Ceccaroli

In questa intervista a tu per tu l’Arch. Marcello Ceccaroli ci racconta la filosofia dello Studio e i motivi ispiratori dietro ogni progetto.  In questi venticinque anni di attività lo Studio ha progettato più di 100 strutture tra hotel e ristoranti di categoria 4 e 5 stelle vantando collaborazioni con famose catene alberghiere.

  1. Le chiedo una breve presentazione a livello personale e imprenditoriale

Marcello Ceccaroli di Roma. Mi sono laureato alla facoltà di architettura La Sapienza discutendo una tesi sulla riqualificazione urbana di una zona commerciale. Dopo un trascorso in Brianza presso una delle più grande aziende italiane specializzate nel settore contract alberghiero CONSONNI CTC nel 1999 sono tornato a Roma e ho aperto uno studio di architettura specializzato nella progettazione alberghiera

  1. Ci racconta qualche lavoro a cui è particolarmente legato?

Lavori a cui sono particolarmente legato ce ne sono diversi. Attualmente è in corso la collaborazione con una grande compagnia alberghiera RADISSON per la ristrutturazione completa di circa 300 room del GHRITZ  E REGENT in ROMA, che si concluderà nell’estate del 2020.

  1. Qual è il valore aggiunto dello studio e cosa vi differenzia da altri studi?

L’elemento che ci differenzia rispetto altri studi è la profonda conoscenza del settore alberghiero: una conoscenza a 360 gradi che ci permette di creare un EMOZIONE. In venticinque anni di attività professionale abbiamo progettato più di 100 strutture. Abbiamo iniziato con la progettazione di interni; oggi, siamo in grado di fornire ai nostri clienti il pacchetto completo, il progetto architettonico della struttura con il suo concept interno, segno di una profonda evoluzione e conoscenza del settore.

  1. Qual è la filosofia dello Studio?

La filosofia dello Studio ricalca uno stile eclettico che ha permesso in questi anni la realizzazione di notevoli strutture turistico ricettive che spaziano dal classico al contemporaneo attraverso un percorso continuo alla ricerca di materiali innovativi, economici e funzionali per il raggiungimento completo dell’opera finale.

  1. Da dove nasce l’ispirazione dietro ogni progetto?

Il segreto per progettare EMOZIONI è viaggiare molto e provare alberghi: questo è fondamentale per la mia attività. In questo modo è possibile capire in quale direzione il mercato alberghiero sta andando ed è possibile anticiparne la domanda.

  1. Nella progettazione della struttura quali sono le aree su cui intervenite maggiormente e come valorizzarle?

Come anticipato precedentemente ci occupiamo della progettazione a 360 gradi. È molto importante riconoscere e valorizzare i percorsi e le diverse attività che coesistono e lavorano all’interno della stessa struttura. Una volta sistemata la parte organizzativa si passa a dare un’anima, un’identità alla struttura in modo tale che l’ospite possa vivere una EMOZIONE all’interno dell’Hotel.

  1. Parlando sempre di progettazione degli spazi, quanto impatta un letto di design nella vendita di una camera?

Direi che è fondamentale. Non dobbiamo dimenticare che la camera è il core business di un albergatore. È dunque un elemento decisivo per la buona riuscita di una ristrutturazione.

  1. Parlando di emozione e definendo l’ “Eye Touch” come la capacità degli oggetti di trasmettere il loro comfort attraverso il senso della vista (eye) prima di essere effettivamente toccato (touch) possiamo parlare di Eye Touch riguardo il sistema letto?

Assolutamente. Credo che il vedere e poi il toccare sia la prima esperienza che facciamo come essere umani. Le emozioni viaggiano tramite i prodotti e dunque diventa molto importante creare un’atmosfera, un’aspettativa, prima di poterli usare.

  1. Ha trovato in Dorelan questo valore aggiunto?

Assolutamente. Ho trovato in Dorelan un’azienda molto attenta ai materiali e ai dettagli in ogni fase di realizzazione dei prodotti. Nel mercato alberghiero rappresenta per quel che riguarda l’aspetto SONNO sinonimo di qualità e di garanzia.

  1. Quanto è importante per lei un profondo e sano riposo quando viaggia per lavoro o vacanza?

È la cosa più importante. E come me anche i clienti si ricordano sempre dove hanno riposato bene