Sistema letto e posizionamento sul web: fatti trovare con le parole del riposo!

Il sistema letto e la qualità del sonno proposti possono aiutare l’hotel a posizionarsi sul web

Così come nelle recensioni online le opinioni legate alla qualità del sonno, dei cuscini, dei materassi e – in generale – di tutto il sistema letto sono sempre più presenti e impattanti nella brand reputation dell’hotel, così queste parole possono aiutare le strutture a posizionarsi sui motori di ricerca e, in generale, a creare attrattività per target esigenti e specifici facendo leva sulla prerogativa principale (e troppo spesso trascurata) dell’albergo: la qualità del sonno, appunto.

 

Come? Lavorando sui testi del sito web, per esempio. A causa della sempre maggiore competitività – sia in fase di advertising che per quanto riguarda il posizionamento organico – non solo diventa difficile cercare di posizionarsi sui motori di ricerca con sequenze di keywords troppo generiche (ex.: “hotel+location”), ma è anche perfettamente inutile. Sì, perché il modo di fare ricerca da parte degli utenti è molto cambiato e si evolve di continuo. Le ricerche si fanno sempre più specifiche e descrittive. L’utente tende a bypassare passaggi inutili e l’intento di ricerca diventa dettagliato, con lo scopo di trovare il prima possibile una soluzione adatta alle proprie esigenze. Esigenze che hanno molto a che fare con la qualità della camera e del riposo. Considerato che Google, nell’aggiornamento dei suoi algoritmi, tende a interpretare e favorire l’intento di ricerca consegnando risultati il più possibile coerenti alle richieste, perché non differenziarsi dai competitor investendo in keywords che abbiano a che fare proprio con l’offerta del riposo?

 

Oltre a creare un’apposita pagina all’interno del sito web, come suggerito in un articolo precedente [link], fatevi aiutare da un esperto SEO per potenziare e posizionare tutte le keywords relative alla vostra offerta del sistema letto. Con appositi strumenti (per esempio il Google Keyword Planner) potrete verificare i volumi di ricerca per determinate keywords e capire quali possano essere quelle più interessanti per promuovere al meglio la vostra proposta.

 

In generale, il consiglio migliore è quello di utilizzare una sequenza lunga di parole chiave (long tail) al fine di descrivere al meglio la tipologia di hotel e farsi trovare da un pubblico specifico, che stia cercando esattamente quello che la struttura propone. Ecco tutti i vantaggi:

 

NELLA RICERCA ORGANICA

 

  • L’hotel si posizionerà tra i primi risultati su Google per ricerche relative alla qualità del sonno
  • Nel tempo, la qualità del sistema letto proposta diventerà parte del branding della struttura, che sarà così riconosciuta e riconoscibile per questa importante caratteristica
  • Sarà più facile raggiungere un target attento e in grado di apprezzare la qualità offerta, con successivo miglioramento della brand reputation
  • In Italia poche strutture stanno ancora lavorando in questo senso, continuando a favorire un posizionamento – spesso impossibile – per keywords molto generiche. Iniziare a farlo adesso rappresenta quindi un importante vantaggio competitivo.

 

 

 

NELL’ADVERTISING

 

  • Si raggiungerà un numero più limitato di utenti, ma più motivati. Risultato? Maggiore conversione delle campagne e differenziazione dagli hotel concorrenti

 

  • Ottimizzazione del budget grazie a alla descrizione dettagliata dell’offerta, che tenderà ad attrarre solo ed esclusivamente chi sia in cerca di un hotel dove riposare veramente bene (ma anche le tipologie dei cuscini, la marca dei materassi, l’elenco dei servizi in camera ecc).

 

  • Valorizzazione di un investimento in grado di attrarre un target di sicuro interesse e per il quale il sistema letto faccia davvero la differenza nella percezione della guest experience.

 

 

Che fare, dunque?

Innanzitutto assicurarsi di aver posizionato bene le relative keywords all’interno del sito. In secondo luogo, scegliere le giuste sequenze di keywords per le proprie campagne. In questo senso, le domande da porsi sono le seguenti:

 

  • cosa cercano gli utenti riguardo al sistema letto?
  • quali caratteristiche di cuscini e materassi sono le più ricercate?
  • quali elementi del dormire bene rappresentano un autentico plus per i miei potenziali clienti?
  • che cosa ho realmente da proporre e quale pubblico voglio attrarre?

 

…e siccome il web non è avulso dall’offline, tutte queste ricerche e monitoraggi non faranno che aiutare l’albergatore a conoscere ancora meglio i propri ospiti e a migliorare sempre di più offerte e servizi.

 

Iscriviti alla nostra newsletter: